Background Color:
 
Background Pattern:
Reset
it-ITen-US
it-ITen-US
Ricerca

News Dolcitalia

Published on mercoledì 8 agosto 2018

Le novità dai ristoranti: è il momento del poke hawaiano

Le novità dai ristoranti: è il momento del poke hawaiano
IndexFood.

A Milano è scoppiata la Poke Mania

logo TheFork

Dopo il giapponese sashimi e il sudamericano ceviche, continua il giro intorno al mondo alla scoperta delle più invitanti ricette a base di pesce crudo: questa volta tocca alle Hawaii. Il piatto tradizionale chiamato poke, infatti, è l’ultima e più recente tendenza in fatto di piatti crudi di mare. Attraversato il Pacifico, questa ricetta ha spopolato dapprima sulla West coast americana e ora si sta diffondendo in tutto il mondo e anche da noi è una delle proposte più in dell’estate.

Innanzitutto si pronuncia “poh-kay” e la sua preparazione è abbastanza semplice: il piatto consiste infatti in una preparazione di pesce freschissimo servito crudo dopo esser stato marinato in un mix di spezie esotiche, solitamente in una ciotola o coppettina.

I Love Poke FilziNella versione tradizionale i cubetti di pesce (salmone, branzino o – come vuole la tradizione – tonno) vengono fatti macerare con salsa di soia, olio di sesamo, sale marino e erba cipollina.

Ma ci sono anche numerose varianti che prevedono l’utilizzo di peperoncino, alghe, avocado, noci tostate e così via. La fantasia non ha limiti in questo caso, tanto che in alcuni ristoranti hawaiani si preferisce la formula fai da te: i clienti possono comporre il proprio piatto come desiderano scegliendo dagli ingredienti disposti a buffet.

L’importante è che il pesce sia tagliato a cubetti, in una rivisitazione della nostra tradizionale tartare: il termine poke stesso, infatti, nella lingua hawaiana significa “affettare, tagliare a pezzettini”.

Anche il mondo della ristorazione si sta adeguando a questa nuova tendenza: se a Londra fra i primi in Europa a importare questa ricetta è stato l’Ahi Poke (il nome si riferisce alla variante con tonno pinna gialla), anche in Italia si stanno affacciando le prime realtà.
TheFork, tra le principali app di prenotazione dei ristoranti a livello globale, offre una selezione dei migliori ristoranti di Milano, città ormai simbolo del food in tutto il mondo, dove provare questo nuovo trend.

Maui Poke

Direttamente dalle Hawaii, Maui Poke porta in tavola tutto il gusto del pesce fresco marinato al momento per comporre le più fresche, salutari ma anche divertenti bowl che possiate sperare di assaggiare. Dal salmone al tonno ai gamberi, passando per il polpo, il tonno speziato ma anche le versioni vegane, non ci sarà limite alla fantasia. Inoltre a disposizione anche altre sfiziosità come ceviche hawaiana, caesar salad e avocado toast.

I Love Poke Filzi

La catena I Love Poke nasce da una bellissima storia d’amore: non solo quella fra la newyorchese Rana e il milanese Michael, ma anche quella di questa coppia che s’innamora di questo piatto hawaiano in viaggio di nozze in California. Ecco dunque che nasce l’idea di portarlo anche a Milano, riproponendo anche nella sede di via Filzi il mix di sapori freschi, genuini ed esotici che ogni bowl può regalare.

I Love Poke Tortona

I Love PokeI Love Poke Tortona è aperto anche nella sede di via Tortona, per regalarvi il fresco gusto hawaiano dopo qualche giro nei negozi di design. Come sempre si possono scegliere diverse varietà di bowl, condite con salmone, tonno, polipo, pollo e tanti altri ingredienti genuini come avocado, cetrioli, edamame e così via. In più c’è anche la possibilità di realizzare la propria bowl personalizzata, scegliendo al momento quali ingredienti aggiungervi.

TheFork, brand di TripAdvisor®, è la piattaforma leader in Europa per le prenotazioni online di ristoranti, con un network di oltre 50.000 ristoranti a livello globale e 18 milioni di visite al mese. La piattaforma opera come “LaFourchette” in Francia e Svizzera, “ElTenedor” in Spagna, “TheFork” in Italia, Belgio, Portogallo, Brasile, Svezia e Danimarca, Dimmi in Australia e IENS in Olanda. Inoltre, è attiva anche in inglese come “TheFork.com”. TheFork mette in contatto utenti e ristoranti, permettendo ai primi di cercare e prenotare il tavolo online e ai secondi di aumentare le prenotazioni e la fedeltà dei clienti.

Attraverso TheFork (sito e app), così come su TripAdvisor, gli utenti possono facilmente selezionare un ristorante in base alle loro preferenze (per esempio localizzazione, tipo di cucina e prezzo medio), consultare le recensioni degli utenti, controllare la disponibilità in tempo reale e prenotare all’istante online. Per i ristoranti, TheFork fornisce un software, TheFork Manager, che consente di ottimizzare le prenotazioni e le operazioni, e di migliorare servizio e ricavi.

Milano, 8 agosto 2018

Le novità dai ristoranti: è il momento del poke hawaiano
IndexFood.

Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione
Commenti (0)Numero di visualizzazioni (18)

Autore: Indexfood

Categorie: News da Indexfood

Tags:

Accedi per aggiungere un commento.