Background Color:
 
Background Pattern:
Reset
it-ITen-US
it-ITen-US
Ricerca

News di settore - da Indexfood.it

Bio Val Venosta: quando la mela è firmata

Bio Val Venosta: quando la mela è firmata
IndexFood.

Bio Val Venosta: quando la mela è firmata

Bio Val Venosta

Bio Val Venosta è il marchio che contraddistingue la produzione biologica delle Mele Val Venosta. A testimonianza dell’imprescindibile binomio tra uomo e natura, nasce il progetto “BioGraphy”: un interessante percorso multimediale fatto di video, foto, curiosità e testimonianze dei coltivatori di Bio Val Vonosta.

Val Venosta Bio per convinzioneIl punto di partenza di questo percorso è l’etichetta personalizzata presente sulle confezioni delle mele bio che indica il nome del coltivatore.

Andando sul sito biography.vip.coop e inserendo il nome del produttore, sarà possibile accedere direttamente alla sua scheda personale e conoscere il produttore dal quale proviene la mela appena acquistata.

Gala BIO Val Venosta è croccante e gustosa, dall’aroma dolce e poco asprigno, di colore giallo chiaro con striature rosso vivo, la Mela Gala Val Venosta è disponibile da settembre ad aprile e accontenta i palati di grandi e piccini.

Irresistibile a crudo perché sprigiona il suo inconfondibile aroma, è ideale anche per la realizzazione di ottimi dolci come lo strudel, l’intramontabile torta di mele, ma anche di sfiziosi antipasti facili e veloci da preparare.

15 ottobre 2018

Bio Val Venosta: quando la mela è firmata
IndexFood.

lunedì 15 ottobre 2018/Autore: Indexfood/Numero di visualizzazioni (24)/Commenti (0)/
Tags:

A Fruit Attraction con Marlene, Bio Marlene, envy e Kissabel

A Fruit Attraction con Marlene, Bio Marlene, envy e Kissabel
IndexFood.

Diverse le iniziative di cui la marca sarà protagonista in occasione dell’appuntamento fieristico internazionale

Mele Marlene

Anche quest’anno, il Consorzio Vog parteciperà in prima fila con il brand Marlene® alla decima edizione di Fruit Attraction, in programma a Madrid dal 23 al 25 ottobre prossimi. Oltre ad esporre la vasta gamma di mele dal bollino azzurro presso lo stand G05 del padiglione 10, lo storico marchio altoatesino, sarà al centro di diverse attività.

Bio Marlene®, ovvero la gamma biologica del brand altoatesino, sarà innanzitutto tra i brand sponsor del Biofruit Congress, il primo convegno della kermesse sulle nuove sfide dell’ortofrutta biologica in programma il 24 ottobre al padiglione 6 (dalle ore 16 alle ore 19). In tale contesto, esperti del settore e distributori leader analizzeranno i dati e le tendenze più recenti in fatto di frutta e verdura biologiche.

In occasione del congresso (prima e dopo lo stesso), il Consorzio di Terlano darà quindi la possibilità a tutti i partecipanti di degustare diverse varietà della propria gamma bio.

Stand Marlene a Fruit AttractionDa oltre 20 anni Vog propone infatti mele bio all’interno della propria offerta e, dal 2013, è nato il marchio Bio Marlene®, ad indicare le mele coltivate nel rispetto delle linee guida previste dal regolamento CEE n. 834/2007.

La produzione bio di Marlene® rispetta anche i rigorosi standard di associazioni di produttori biologici e certificati come Bioland, AIAB, KRAV, Bio Suisse e Organico Brasil oltre a BRC, IFS e Global GAP.

All’interno del Consorzio, la gamma è interamente prodotta dai 200 soci produttori su una superficie di 600 ettari, e confezionata da Biosüdtirol, la cooperativa nata nel 2002 e dedicata esclusivamente alla lavorazione di mele biologiche.

Il raccolto 2018 è stimato in oltre 29.000 tonnellate, con le principali varietà Gala, Braeburn, Evelina®, Pink Lady®, Golden Delicious, Fuji, Granny Smith e Topaz.

Il brand dal bollino azzurro sarà inoltre al centro dell’attenzione durante tutta la tre giorni grazie all’esclusiva roulotte di Marlene®, che sarà posteggiata nel corridoio centrale del quartiere fieristico. In particolare, due hostess saranno sempre presenti per consegnare ai visitatori un invito

lunedì 15 ottobre 2018/Autore: Indexfood/Numero di visualizzazioni (25)/Commenti (0)/
Tags:

Confagricoltura Lazio: misure urgenti per il settore ovicaprino

Confagricoltura Lazio: misure urgenti per il settore ovicaprino
IndexFood.

Confagricoltura Lazio: misure urgenti per il settore ovicaprino

confagricoltura

“Va sostenuto, anche ai tavoli nazionali, un progetto di tracciabilità del latte ovino volto a valorizzare e promuovere la qualità e tipicità del prodotto. È urgente proteggere gli interessi dei produttori laziali, anche e soprattutto nell’ambito dei consorzi di tutela (Consorzio del Pecorino Romano, Consorzio della Ricotta Romana e Consorzio dell’Abbacchio Romano IGP)”.

Lo ha detto il presidente di Confagricoltura Lazio, Sergio Ricotta, che ha evidenziato come il comparto ovicaprino sia fondamentale per l’economia del Lazio, terza regione in Italia per numero di capi.

“Occorre riorganizzare il settore produttivo – ha proseguito Ricotta – iniziando da un piano di tracciabilità; serve poi una strategia di sistema, capace di integrarsi con la parte industriale, per permettere di rilanciare le produzioni, fissando obiettivi di quantità e qualità. In questo senso è fondamentale ridefinire un percorso comune per riaprire la trattativa del prezzo del latte”.

“Il nostro auspicio – conclude Ricotta – è di giungere, con il sostegno e la collaborazione dell’assessore regionale all’Agricoltura Enrica Onorati, ad un programma concreto affinché anche questo comparto produttivo possa rientrare, con il giusto peso, nei piani di sviluppo dell’agricoltura regionale”.

Roma, 15 ottobre 2018

Confagricoltura Lazio: misure urgenti per il settore ovicaprino
IndexFood.

lunedì 15 ottobre 2018/Autore: Indexfood/Numero di visualizzazioni (24)/Commenti (0)/
Tags:

Da Cerreto Bio ecco le Bontà in 5 minuti: sane, buone e 100% bio

Da Cerreto Bio ecco le Bontà in 5 minuti: sane, buone e 100% bio
IndexFood.

Mai provata una tale bontà in soli 5 minuti!

Cerreto BIO

Cerreto Amanti del Biologico mantiene le promesse, bastano davvero 5 minuti per mettere a tavola una vera bontà!

È una linea di 3 primi piatti sani, buoni e 100% biologici, pensati apposta per il pasto fuori casa, in ufficio o al volo tra una lezione e l’altra e si preparano in pochi istanti e pochi gesti…aprire il sacchetto, versare il contenuto in una ciotola, aggiungere l’acqua e mettere nel microonde per 5 minuti, mescolare e mangiare!

In alternativa, per chi non rinuncia alle cotture tradizionali e vuole un pasto veloce lavorando da casa, le Bontà in 5 minuti si possono cuocere con le stesse modalità anche in padella aggiungendo un paio di minuti in più.

Niente di più semplice e soprattutto niente di più buono e sano, per fare il pieno di proteine ed energia senza dover portare con sé in ufficio la solita borsetta con contenitori e il relativo peso. Infatti, le bontà in 5 minuti sono monoporzioni da 100 gr che solo dopo la preparazione quasi istantanea diventeranno un ricchissimo piatto unico per il pranzo o la cena.

Un’idea prêt-à-porter, innovativa, super dinamica e che non è necessario neanche conservare in frigorifero, non sempre disponibile in ufficio o all’università!

Ecco i piatti già presenti a scaffale nel reparto ortofrutta dei migliori supermercati italiani:

– Farro alla zucca
Arricchiti anche da fagioli tondini, il farro e la zucca sono una delizia con poche calorie e zero grassi saturi

– Bulgur alla curcuma
Il sapore inconfondibile della curcuma e le sue molteplici e importanti proprietà si fondono con una profumatissima miscela di spezie energizzanti e antiossidanti

– Bulgur ai carciofi
Sapore mediterraneo, una ventata di primavera e il sapore pieno del grano spezzato

Farro alla zucca CerretoSono 20 anni che Cerreto Bio scommette tutti i giorni sulla qualità che è in grado di offrire ai suoi Clienti, sul biologico vero, controllato e verificato in modo puntuale da laboratori accreditati e non interni

lunedì 15 ottobre 2018/Autore: Indexfood/Numero di visualizzazioni (27)/Commenti (0)/
Tags:

Zucchero, Confagricoltura: vivo apprezzamento per l’azione del Ministro Centinaio al Consiglio Agricoltura UE

Zucchero, Confagricoltura: vivo apprezzamento per l’azione del Ministro Centinaio al Consiglio Agricoltura UE
IndexFood.

Zucchero, Confagricoltura: vivo apprezzamento per l’azione del Ministro Centinaio al Consiglio Agricoltura UE

Confagricoltura

Confagricoltura esprime vivo apprezzamento per la posizione del ministro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio – oggi al Consiglio dei ministri dell’Agricoltura, in Lussemburgo – a sostegno del comparto bieticolo saccarifero.

“Siamo, invece, molto sorpresi – ha dichiarato il presidente della Confagricoltura, Massimiliano Giansanti – per la reazione negativa della Commissione alle richieste avanzate dall’Italia”.

Al Consiglio Ue l’Italia ha ribadito la richiesta, già presentata nello scorso mese di giugno, di apertura dello stoccaggio privato, con l’obiettivo di arrestare la corsa al ribasso dei prezzi che, in un anno, sono diminuiti del 30 per cento, come indicato dai dati dei servizi della Commissione di Bruxelles. Sulla formazione dei prezzi, pesa l’aumento della produzione che si verificato in alcuni Stati membri, Francia e Germania in particolare, dopo la eliminazione delle quote nell’ottobre 2017.

“Senza interventi urgenti, è a rischio la stabilità finanziaria delle imprese agricole e il futuro del settore in Italia”, ha ammonito il presidente della Confagricoltura.

“La normativa europea in vigore – ha così concluso Giansanti – assegna alla Commissione il potere di intervenire, in caso di gravi crisi di mercato e crollo dei prezzi. Data la critica situazione in atto, la posizione attendista dell’Esecutivo di Bruxelles è incomprensibile e ingiustificata”.

Confagricoltura

Roma, 15 ottobre 2018

Zucchero, Confagricoltura: vivo apprezzamento per l’azione del Ministro Centinaio al Consiglio Agricoltura UE
IndexFood.

lunedì 15 ottobre 2018/Autore: Indexfood/Numero di visualizzazioni (19)/Commenti (0)/
Tags:
RSS
12345678910 Last